Dopo quasi un anno e mezzo la plurivincitrice del’IRONMAN Hawaii Daniela Ryf è tornata alle competizioni ottenendo subito un successo all’IRONMAN 70.3 Dubai.

La 33enne solettese ha completato la gara con il tempo di 3h56’54’’, precedendo di oltre cinque minuti la connazionale Imogen Simmonds, prima lo scorso anno. Al terzo posto ha chiuso la svedese Sara Svensk.

Dopo la prima frazione a nuoto di 1,9 km si è formato un gruppetto di sei atlete con le migliori, dal quale si sono poi staccate, prendendo un leggero margine di vantaggio, la Ryf con la Simmonds.

Giunte al secondo cambio, la Ryf è partita nella frazione conclusiva correndo su grandi ritmi (tempo finale nella “mezza” di 1h16’50’’) ciò che le ha permesso di chiudere con un buon margine sulle dirette avversarie.

Tra gli uomini la vittoria è andata al danese Daniel Bakkegard (3h33’02’’) che ha chiuso con un minuto di vantagio sul portoghese Filipe Azevedo e con terzo lo svedese Rasmus Svenningsson. Quarto posto per l’elvetico Andrea Salvisberg, protagonista della prova che ha però avuto un cedimento proprio nella parte finale.

Da notare che Azevedo, Svenningsson e Salvisberg sono giunti praticamente insieme e chiudendo al fotofinish, nello spazio di tre secondi tra il primo e il terzo!

Presente anche il ticinese Daniele Mazzola che nella classe d’età M55-59 ha ottenuto un buon ottavo rango (5h12’32”).

Photo: Activ Images for IRONMAN

Leggi